La Commissaria ha preso quest’iniziativa in vista dell’imminente decisione sull’estradizione di Assange. La Commissaria ha notato che, nel quadro della procedura, non sono ancora state esaminate adeguatamente le enormi ripercussioni che tale estradizione avrebbe sui diritti umani. In particolare, Dunja Mijatović ha sottolineato che l’accusa di Assange da parte degli Stati Uniti ha sollevato importanti questioni riguardanti la protezione di coloro che divulgano, nell’interesse pubblico, informazioni classificate, tra cui informazioni che denunciano violazioni dei diritti umani. La Commissaria ha concluso che, se per questo motivo venisse autorizzata l’estradizione di Assange, verrebbe limitata la libertà dei media e si potrebbe arrivare a impedire alla stampa di adempiere al suo ruolo di fornire informazioni e fungere da sentinella all’interno di una società democratica.

CS – Consiglio d’Europa