10 C
Comune di Torino
sabato 26 Settembre 2020

Sofia Mehiel

Intervista a Giuseppe Loffredo

D: Chi è Giuseppe Loffredo? R: Un seme, nato a Napoli il 9 Settembre 1964 e piantato nel campo dell’arte. Amico di tutti, stranamente fedele...

Mister Trans 2018 – 26 maggio 2018 al CASSERO di Bologna

Mister Trans 2018 giunge alla 3 edizione. Concorso per FtM, ideato dalla "favolosa" torinese Carmen Aurora Pitari, attivista lgbt sempre in prima linea in...

Renzo Samaritani: la letteratura si fa spiritualità

D: Chi è Renzo Samaritani? R: E’ un ragazzone di cinquant'anni che, da sempre, ha una grande passione per la scrittura, la buona cucina, il...

Gomorra

Gomorra, nel Maggio 2015, vede protagonista una giovane ragazza nei panni di Nina (Alessandra Langella), una cantante neomelodica amante del boss Salvatore Conte, interpretato...

El raggaeton de frío

Song by MLG Project, produced by Rod Mannara for SanLucaSound. Directed by Rod Mannara.

Intervista a Barbara Kendall, fotografa e appassionata di beni culturali

Barbara Kendall è una transex che ha iniziato il suo percorso di transizione appena maggiorenne, anche se era già consapevole di esserlo dall'età di 6 anni. Si occupa di fotografia artistico-monumentale e salvaguardia di beni Culturali, guidando i molti visitatori alla scoperta dei meandri più nascosti all'occhio umano. Particolarmente sensibile all'arte, adora i beni Culturali monumentali come la bellezza delle basiliche normanne.

Maschicidio

Nel tardo pomeriggio del 1 febbraio del 2015 Carolina De Bruto Peres invita il militare a casa sua per un caffè, come ringraziamento per la sua disponibilità negli spostamenti. Carolina, residente a Tavagnacco ma domiciliata ad Udine in via Maniago, in un appartamento con altri 4 inquilini, aveva già programmato il tutto, addirittura chiamando i carabinieri di Feletto Umberto preannunciando il fattaccio criminale, forse non è  stata presa sul serio, quindi ci si chiede il perché non sia stata neanche localizza.

“Una Zampa per la Spagna” contro le perreras spagnole, l’inferno sulla terra

Entrare in una perrera lascia un segno indelebile nel cuore di chi guarda quegli occhi terrorizzati, di chi ascolta quei lamenti strazianti e inascoltati, come fossero piccoli esseri muti. Perché a nessuno importa del dolore di quei poveri animali impietriti dalla paura, dal panico dell’abbandono? I grandi vengono messi con i piccoli e diventa impossibile per loro qualunque accesso al pochissimo cibo che viene gettato tra gli escrementi.