Oggi si commemora il 30° anniversario dell’attentato mafioso che alle 17:56 del 23 maggio 1992 nei pressi di Capaci, uccise il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, anche lei magistrato, e gli agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani. La detonazione provocò un’esplosione immane di un tratto dell’autostrada A29 creando una voragine enorme sulla strada.
Paolo Borsellino: “Mi è stato portato via un fratello, ma l’Italia è stata privata di un eroe”