Era il 20 ottobre 2021 quando Angelo Pezzana e Maurizio Gelatti, rispettivamente presidente e co-presidente “Fondazione Sandro Penna – FUORI!” scrivevano al Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e al Sindaco di Torino Stefano Lo Russo, a margine della mostra di successo dedicata ai cinquant’anni del FUORI! (organizzata al Polo del ‘900 – Museo Diffuso della Resistenza), per proporre il progetto di aprire a Torino un museo dedicato alla storia dell’omosessualità: il primo in Italia.

Per supportare il progetto, in attesa di incontrare congiuntamente Regione e Città, è stato costituito un comitato promotore a cui hanno aderito personalità del mondo della cultura, della politica, dell’imprenditoria e della politica, da Chiara Appendino a Sarah Cosulich, da Nicola Lagioia a Beatrice Merz.

L’idea del Museo è nata per colmare una lacuna; per combattere discriminazioni e pregiudizi; per favorire la conoscenza e far conoscere battaglie di civiltà spesso dimenticate o non note alle nuove generazioni e per consolidare la fama di Torino come Capitale dei Diritti.