Torino, 13enne picchiata perchè aveva zaino arcobaleno

Immaginate di uscire da scuola e di essere insultati e poi picchiati perché indossate un semplice zaino arcobaleno.

Ecco, questo è quello che è successo a una ragazzina di appena 13 anni che, insieme ad una sua amica, è stata aggredita nelle vicinanze del Campus Einaudi.
Prima gli insulti “lesbiche sc*ifose”, con minaccia al seguito di bruciarle vive come le streghe e poi le botte.

Siccome questo non è un caso isolato, poiché solo qualche giorno fa sull’autobus 2 all’altezza del Parco della Pellerina di Torino una ragazza è stata insultata e aggredita, vorremmo avere risposte chiare dalla Sindaca Appendino su queste aggressioni che capitano quasi quotidianamente.

Lei continua a ripetere il solito “ritornello”, sostenendo che Torino è una città aperta ai diritti civili e friendly. A noi non sembra visto gli episodi che, di fatto, dicono il contrario. E l’assenza di azioni strutturali sul territorio contro l’Omobitransfobia.

Questo è uno dei motivi per cui presenteremo la lista Partito Gay per i Diritti LGBT+, solidale, ambientalista e liberale, alle prossime elezioni Amministrative di Torino, come in altre città.

Davide Betti Balducci
Candidato a Sindaco per Torino