Maestra negazionista invita i bambini a trasgredire le regole

Su segnalazione di genitori, insegnanti e collaboratori della scuola elementare Giovanni XXIII di Treviso, è stato avviato un procedimento nei confronti di una maestra che in classe durante le lezioni non usa la mascherina e che invita i bambini a non usarla. I genitori preoccupati la scorsa settimana hanno chiesto un confronto con la dirigente scolastica, confronto che però non ha portato l’esito sperato. Così lunedì mattina alcune famiglie hanno organizzato un presidio di fronte all’istituto. Anche il sindaco di Treviso Mario Conte e la Polizia Locale sono stati coinvolti: il sindaco e alcuni agenti hanno parlato con i bambini con molta delicatezza ricordando a tutti l’importanza di indossare la mascherina e rispettare le regole anti Covid. Alcuni agenti hanno invece parlato con l’insegnante “negazionista“. Durante un successivo incontro in prefettura il sindaco ha sollevato il caso davanti al prefetto Maria Rosaria Laganà e alla dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Barbara Sardella. Le famiglie hanno chiesto che l’insegnante venga allontanata. La decisione verrà presa nelle prossime ore. La maestra è una supplente chiamata a rinforzare l’organico durante l’emergenza sanitaria. Sul suo profilo di Facebook le famiglie hanno trovato diversi post negazionisti del virus.