Drusilla Foer a Torino

0
687

Bellissima performance di Drusilla (Foer) lunedì 6 luglio all’Evergreen Fest, organizzato dall’associazione Tedacà al Parco della Tesoriera di Torino.

Stuzzicata dalle domande di Simone Schinocca (direttore artistico di Tedacà), Drusilla ha regalato al pubblico due ore di spettacolo divertente e irriverente, in cui ha raccontato la sua vita straordinariamente avventurosa, partendo dalla nascita in quel di Siena, all’infanzia dorata nell’Avana pre-rivoluzionaria, al periodo newyorkese quando la Grande Mela era al contempo intellettualmente vivacissima e molto sofisticata nella sua semplicità.

Dopo aver regalato aneddoti straordinari sulla vita di quegli anni, il racconto ci ha portato ai giorni nostri, al rapporto con “quel mostro” di Ornella, con il giardiniere e il di lui padre.
La narrazione è stata intervallata da intermezzi musicali. Con un tango appassionato ha raccontato la seduzione latina imparata nell’isola caraibica. Ha omaggiato il Piemonte con la Preghiera a Sant’Antonio di Milly, cantante alessandrina balzata agli onori delle cronache mondane per il suo amore con il principe Umberto di Savoia. Un omaggio agli anni settanta con la sua versione di Life on Mars? di David Bowie, e poi la strepitosa versione di I will survive di Gloria Gaynor: struggente ed emozionante.

A chiudere la perfomance, la lettura del monologo di Charlie Chaplin dal film Il grande dittatore: “Vogliamo vivere della reciproca felicità, ma non della reciproca infelicità. Non vogliamo odiarci e disprezzarci l’un l’altro. In questo mondo c’è posto per tutti”; e con una certa naturalezza coinvolge tutti intonando Smile.

Terminato lo spettacolo si è concessa alle affettuose invadenze dei suoi fan.