In collaborazione con Giuseppe Buccinnà, uno tra i più promettenti stilisti italiani, FABBRICATORINO parteciperà alla decima edizione del Fashion Hub Market con una “capsule” di occhiali che da il via al progetto FT-LAB.

L’evento Fashion Hub Market, organizzato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana e inserito nel calendario ufficiale della Milano Fashion Week, è stato ideato per svelare a stampa e buyer internazionali le collezioni prêt-à-porter e accessori di cinque brand emergenti, tra i quali appunto quello di Giuseppe Buccinnà. I 5 brand hanno sviluppato le loro collezioni credendo fortemente nell’artigianato e nei metodi tradizionali di produzione di abbigliamento e accessori. CNMI vuole così sottolineare come la nuova generazione di designer italiani supporta e preserva queste tecniche, spesso dimenticate.

FT-LAB, il nuovo progetto di Fabbricatorino, azienda artigianale che produce occhiali dal 1922, nasce dalla visione di Alessandro Monticone, CEO dell’azienda, come laboratorio creativo, dove sperimentazione e contaminazione fanno da fulcro offrendo il know-how della tradizione artigianale al servizio della visione contemporanea e futuristica di artisti, designer e stilisti per la creazione in co-branding di prodotti alto di gamma in serie limitata

La capsule “FT-LAB // Giuseppe Buccinnà” nasce dall’intersezione tra le identità dei due brand; un legame chimico, costituito dal freddo rigore matematico ed in grado di delineare ogni singola sfumatura come frutto di un linguaggio essenziale. Lo studio delle geometrie d’ispirazione ingegneristica, costruiscono il rapporto tra tessuto e acetato. Volumi e forme vengono esaltate dalla contaminazione artistica del giovane stilista con il mondo dell’occhialeria artigianale; telai realizzati con lastre di acetato Made in Italy, definiscono, infine, la materia prima con cui plasmare l’occhiale visto come sintesi di un processo creativo in grado di ridefinire il concetto di lusso contemporaneo.

Il Mod.GB01 Sveva è il primo prodotto che anticipa una capsule di sei modelli, realizzati da blocchi di acetato italiano fresati dal pieno e rifiniti interamente a mano. La nuance creata da una base nera con graffi metallici e borchie rutenio sposa perfettamente le geometrie che ritroviamo sul frontale e sulle aste; pensato in abbinamento ai capi spalmati della collezione. I volumi creati sono sostenuti da imponenti cerniere a sette svasi che conferiscono la giusta solidità e qualità che richiede un prodotto di lusso di questo tipo.

Giuseppe Buccinnà ha fondato l’omonimo brand nel 2015 dopo aver concluso un percorso di studi ingegneristici/modellistici. Ossessionato dalla continua ricerca di forme in grado di far dialogare la tecnica, chiave di lettura del contemporaneo, con elementi classici in un contesto intarsiato di tagli, fusioni e perforazioni al fine di delineare collezioni che cercano una fuga dalla realtà da un’angolazione filosofico intimista. La provenienza è quella di un mondo di linee e numeri, di fredda strutturalità e rigorosa ritmicità seriale. Un esito, la moda, frutto del desiderio di andare incontro ad un’estetica più immediata, rapida, dove la distorsione, vista come riflessione a intermittenza del singolo capo, diviene elemento perno nello sviluppo creativo del brand.