Una delle star del Grande Fratello (edizione australiana), Miriam Rivera, è stata trovata morta impiccata nella propria abitazione, aveva 38 anni. Miriam è stata la prima transessuale al mondo a partecipare al Grande Fratello. La sua morte risalirebbe allo scorso 5 febbraio, ma è stata resa nota solo ora. Il marito sostiene che non si tratta di suicidio e che sarebbe stata uccisa.

Il giorno che è morta, Miriam mi ha chiamato dal Messico dicendomi che si sentiva male e vomitava sangue. Le ho detto di andare in ospedale – racconta il marito al Daily Mail -. Mi ha chiamato di nuovo prima di lasciare l’ospedale alle 12 e quella è stata l’ultima volta in cui abbiamo parlato. Non tornare in Messico o uccideremo anche te», gli avrebbe infine riferito al telefono. Il marito si trovava in quel momento fuori città per lavoro.

A confermare i sospetti del marito, la decisione di non eseguire alcuna autopsia sul corpo della ragazza, che sarebbe stata subito cremata. Qualche mese dopo si è tenuto una piccola commemorazione in suo onore e Cuervo ritiene che la modella possa essere stata uccisa per “aver parlato apertamente della tratta di essere umani”.