D: Nektaryus, nome curioso… dove nasce?

R: L’idea nasce nel 2016 da due amici, nuotatori professionisti,amanti dello sport mentre trascorrono l’estate insieme in un paesino sperduto sull’isola di Creta. Ispirati dalla bellezza della natura e dalla semplicità di un vecchio pescatore di nome Νεκτάριος che possiede l’unica taverna presente sul luogo, capiscono di voler portare con loro, in Italia, lo stile di vita che stanno imparando ad amare e condividere. Iniziano così a fondere idee e passioni creando un’idea unica nel suo genere.

D: Chi c’è dietro tutto questo?

R: Nektaryus è frutto dell’intuizione di due amici che hanno le stesse passioni e sogni. Alberto e Niccolò si sono conosciuti grazie al nuoto… Così nell’estate del 2016 hanno creato Nektaryus condividendo ogni decisione riguardante i materiai, i disegni, gli eventi, le sponsorizzazioni e le idee sul futuro del brand.

D: Chi è Nicolò Braghiroli?

R: Nato a Milano, classe 1993. Si aurea in ingegneria al Politecnico di Milano all’età di 25 anni. La sua vita e’divisa tra studio e passione per lo sport. Pratica 10 anni di nuoto agonistico nel corso dei quali incontra Aberto. Persegue costantemente i suoi molti interessi, tra i quali, ovviamente, lo sport, i motori e le costruzioni che lo rendono complementare al suo socio.

D: Chi è Alberto Stradiotti?

R: Nato a Milano il 4 maggio 1995 in una famiglia di origini greche, più precisamente cretesi, pratica nuoto dall’età di due anni, finchè nel 2015 conosce Niccolò. Alterna il nuoto all’apnea con cui conquista 3 record Italiani. Fin da piccolo presenta una naturale inclinazione creativa, crescendo nel mondo dei graffiti ha maturato una forte passione per l’arte. Oggi porta avanti il suo sogno con Nektaryus.

D: Parlaci della vostra esperienza al MAZE 2019…

R: Dal 7 al 9 giugno Nektaryus ha esposto la sua ultima collezione SS2020 al maze di Torino partecipando con uno stand personalizzato e una sfilata. La cosa che sicuramente ha colpito i numerosi appassionati di streetwear presenti all’evento è stata la sfilata Nektaryus. Durante lo show ad un certo punto un modello che indossa la t-shirt con la fantasia geometrica si ferma e si blocca in mezzo alla passerella. Per qualche istante il pubblico resta a bocca aperta non capendo cosa stesse succedendo. Ad un certo punto entra una modella vestita con solo degli shorts neri ed un top Nektaryus, sfila fino al modello che è ancora fermo a metà passerella. dopo aver compiuto un giro attorno a quest’ultimo il ragazzo si sfila la maglietta e la indossa alla modella.

Con questo Nektaryus ha voluto mostrare come una semplice maglietta può essere una t-shirt per un ragazzo ma se indossata al contrario(con la zip dietro) diventa un vestitino da donna.

Sponsor