Search

Minori, le persone più vulnerabili e più discriminate dalla società

Purtroppo, nel 2019, ancora in pochi sanno o fingono di non sapere che i “bambini/e” sono tra le persone più vulnerabili… prendiamo in esame solo 3 aspetti: violenze, dispute familiari, disabilità.

  1. Se avviene una violenza nei loro confronti, non vengono contemplati i disagi psicologici a lungo termine, ma solo a breve (e dipende dall’età) dato che chi effettua violenze, viene condannato per danni fisici ma quasi mai per danni psicologici, che avviene invece se la violenza viene perpetrata su persona adulta.
  2. Nei conflitti genitoriali, le ripercussioni psicologiche, vengono limitate solo al “proteggerli”, portandoli da una pseudo-famiglia (anche casa-famiglia), come se fossero bambolotti e come se il cosiddetto “chiodo, schiaccia chiodo”, riesca a risolvere.
  3. Nella disabilità si parla di sindromi, malattie che non permettono “autonomia”, sono doppiamente colpiti rispetto ad una persona adulta:
    • Perché dovranno vivere con la loro disabilità per tutto l’arco della vita, riceveranno assistenza fino alla maggiore età e poi, per alcune patologie, sempre più spesso saranno abbandonati a se stessi.
    • Sono coloro che riceveranno meno pensione di invalidità, perché pochi sanno che uno dei parametri di giudizio è in funzione del reddito e del lavoro ma dal momento che un bambino non ha mai lavorato non potrà mai prendere una pensione di invalidità pari a quella di un professionista e soprattutto non arriverà a coprire completamente le spese delle cure.

Con tutto questo non voglio accusare ma semplicemente dire liberamente che esiste una discriminazione “etariale” [ndr. “coniata al momento dalla sottoscritta… discriminazione di età”].

Alla fine i bambini sono soggetti a discriminazione delle leggi e burocrazia, proprio perché soggetti deboli in quanto non autonomi, dovrebbero essere i più tutelati ma noi viviamo in una società dove le persone si arrabbiano per i capricci dei bambini e non per i capricci e degli adulti di 30/40/50 anni…

… e questo la dice tutta su quanto siamo ipocriti/e …

Valeria Calda

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: