Claudio Marchisio vince il premio ‘Sport e diritti umani’ di Amnesty International

Il premio ‘Sport e diritti umani’ 2021, promosso da Amnesty International Italia e Sport4Society, è stato conferito a Claudio Marchisio, presente oggi alla cerimonia di premiazione a Roma, nell’ambito della XXXVI Assemblea generale dell’Associazione. Il presidente della giuria, Riccardo Cucchi, ex voce del programma radiofonico “Tutto il calcio minuto per minuto”, ha ricordato la motivazione del premio a Marchisio “per il suo impegno costante nell’esprimere sempre con chiarezza il suo pensiero su temi sensibili.

Perché ha saputo richiamare l’attenzione di tifosi e appassionati su tematiche sociali importanti, come ad esempio le tragedie in mare legate ai flussi migratori, il rispetto dei diritti umani e il ruolo del calcio come portatore di valori. Il tutto è stato fatto principalmente tramite i suoi canali social, utilizzati come strumento di comunicazione e come veicolo di messaggi di sensibilizzazione”. Marchisio si è detto “molto lusingato di ricevere questo premio”, che (per me) è importante come uno scudetto, soprattutto per l’impegno messo dentro e fuori dal campo. Questo premio non va soltanto a me, ma a tutte quelle persone che, anche in futuro, avranno la voglia e la passione per dire la propria sia nello sport che al di fuori”.