Search

No ai simboli religiosi nei luoghi pubblici

Nei giorni scorsi è scoppiata la polemica a causa della direttiva che imponeva l’affissione dei crocefissi nelle stanze di degenza dell’Ospedale di Chivasso. Giusto protestare e prendere le distanze da questo provvedimento ma ancor più giusto sarebbe, una volta per tutte, prendere atto che in Italia si continua ad utilizzare i simboli religiosi per fini strettamente politici e, peggio, come…

Continua...

Alle Europee un nuovo tsunami

Lo tsunami non è mai formato solo da un’onda; quando arriva si abbattono sulla costa una serie di onde di diversa potenza. Trasponendo questa immagine in politica possiamo dire che la prima onda in Italia sia arrivata il 4 marzo 2018 e che la seconda si sia abbattuta sul nostro Paese lo scorso 26 maggio. La prima onda ha lasciato…

Continua...

Salviamo Radio Radicale in memoria di Massimo Bordin

Firma SUBITO la petizione su change.org per salvare l’informazione di Radio Radicale È morto Massimo Bordin, voce storica di Radio Radicale, proprio mentre questo Governo vuole chiuderla! Soffocare e chiudere Radio Radicale è una delle azioni peggiori del Governo del cambiamento (in peggio). Una scelta consapevole che è in linea con la venezuelizzazione dell’Italia. L’assalto allo stato di diritto, alle…

Continua...

Cari amici del PD, la nobiltà’ della politica prima degli equilibri interni

Cari amici del PD, ripartiamo da diritti civili, dallo Stato di diritto, dalla partecipazione e dal sì alle infrastrutture per una iniziativa comune? Dopo le vostre travagliate vicende congressuali piemontesi vorremmo nuovamente provare a costruire una percorso di confronto politico sui temi che da decenni ci impegnano senza trovare, a dire il vero, molti ad accompagnarci. Le vicende nazionali che…

Continua...

Sì TAV, sì referendum

La piazza torinese dello scorso 10 novembre, con decine di migliaia di persone a manifestare per il SI al TAV, è stata importante: ha finalmente mostrato che esiste un’altra città, che vuole andare avanti e non ha paura di investire su una grande opera, che rappresenta – letteralmente – un modo concreto per tenere il Piemonte agganciato all’Europa. Dobbiamo procedere…

Continua...

Il dissesto idrogeologico è conseguenza del dissesto istituzionale

In ogni occasione nella quale gli eventi meteorologici causano danni e morti si ripete un copione sempre uguale: giornali pieni di notizie sull’accaduto, il Governo di turno promette stanziamenti non solo per le emergenze, gli esperti hanno spazio per dire la loro rispetto ai cambiamenti climatici e a quanto accaduto, politici alla Salvini dicono la loro senza sapere nemmeno di…

Continua...

Pride di Torino: una giusta reazione alle azioni inqualificabili del nostro governo

Ad ogni azione contro i diritti umani e civili delle persone deve corrispondere una reazione. Una reazione nonviolenta. Questo è stato il Pride di Torino. Decine di migliaia di persone unite nel dire “No!” alle dichiarazioni del Ministro Fontana in merito alle famiglie arcobaleno e agli omosessuali e alle pericolose farneticazioni del Ministro Salvini in tema di migranti. Tutti insieme…

Continua...

Tutti insieme appassionatamente

Il Pride di Torino sia l’inizio di una nuova stagione di unità di intenti e di lavoro comune tra le tante anime che compongono il variegato mondo LGBTQI. I tempi sono duri per chi ha conquistato diritti e non vuole perderli. Mentre per fare passi avanti servono decenni di fatica, impegno, lotta, determinazione; per fare passi indietro basta distrarsi un…

Continua...

Fontana è fuori dalla storia

Il Ministro Fontana è fuori dalla storia non per quello che pensa. La sua opinione va rispettata, le sue convinzioni vanno rispettate, difesa la sua possibilità di esprimersi se fosse necessario. Tuttavia nelle sue frasi contro le cosiddette “famiglie arcobaleno” si vede che manca uno dei presupposti di ogni democrazia degna di questo nome: la laicità! Ogni persona che si…

Continua...