Avetta: campagna vaccinale in Piemonte, bisogna accelerare

Come detto la campagna vaccinale, seppur con qualche difficoltà, procede e sono iniziati anche i richiami delle inoculazioni. In Commissione Sanità abbiamo chiesto di fare luce sulle criticità emerse in queste settimane e sui correttivi da adottare.

Come ha ribadito il Generale Figliuolo, in occasione della sua visita a Torino “per i più fragili il Piemonte deve fare qualcosa di più”. Sul punto ho molto apprezzato la posizione del Pres. Antonio Saitta il quale, in una recente intervista al “Corriere della Sera”, ci ricorda che in Piemonte oltre 30 mila persone non possono muoversi da casa a causa delle patologie da cui sono affette. Con il ritmo attuale di vaccinazioni a domicilio occorrerebbero anni per vaccinare tutti questi pazienti.

Un’accelerazione è quindi necessaria, soprattutto dopo l’inaugurazione di tanti punti di vaccinazione sul territorio, dall’hub del Lingotto al centro vaccinale dell’aeroporto di Caselle che potrebbe garantire fino a 1000 dosi ogni giorno. Nel frattempo, altre Regioni corrono ancora più veloci di noi.