Le fiabe gender che fanno bufera da “mamma” RAI

Ed è subito bufera, parafrasando una famosa poesia di Salvatore Quasimodo, in casa RAI dopo la trasmissione “Oggi è un altro giorno”, il programma di Serena Bertone in onda su Rai1 nel primo pomeriggio dei giorni feriali.

A destare scalpore è la scrittrice Emma Dante intervistata per la presentazione del suo nuovo libro in cui rivisita alcune fiabe della tradizione in chiave LGBT dove si può leggere di Biancaneve lesbica risvegliata non dal bacio di un bel principe azzurro ma bensì da una principessa e di Pinocchio, riconosciuto come ermafrodito.

La polemica non tarda ad arrivare come si può leggere nella nota di Pro Vita Onlus.

“Pinocchio è un essere ermafrodito e non è un uomo? Da mamma chioccia a mamma degenere Rai. Alessandro Cecchi Paone e l’ospite in collegamento la scrittrice Emma Dante attraverso la rilettura delle favole in salsa Lgbtqi+ sono riusciti a veicolare volgarità, messaggi scandalosi e teoria del gender nel pomeriggio di Raiuno, calpestando il diritto dei bambini ad essere tutelati dall’esposizione a temi osceni”.

Il concetto è stato successivamente ripreso e approfondito dal presidente dell’associazione:

“Deve finire questo sperpero di soldi dei contribuenti per fare pubblicità all’ideologia gender. Ci mancava la Bella Addormentata femminista e in chiave saffica per farci capire definitivamente che la rete Ammiraglia ormai è spudoratamente arcobaleno e non ha più pudore né remore né rispetto di chi gli paga il canone. Si è trattato di una vergognosa forma di indottrinamento, senza alcun contraddittorio, e sulle pelle di minori esposti a oltraggiosi messaggi”.