E’ ora che le associazioni lgbt imparino ad essere migliori

0
128

Le associazioni Lgbt devono essere migliori. Non possono essere la fotocopia gay, lesbica, bisessuale, trans della politica che nega i diritti e non sa far altro che tirare stracci al suo vicino di posto. Vince chi si dimostra migliore. Sembra una triste logica ma nel mondo reale purtroppo è così.

La battaglia per i diritti di tutti e tutte ha un solo obiettivo: far crescere tutta la società.

Chi lotta per l’amore non può mostrare di essere vittima dei veleni. Chi lotta per chiunque non può cedere a guerre intestine e ipocrisie. Altrimenti niente, altrimenti non ci crederà nessuno a questa rivoluzione che ha celebrato 50 anni solo ieri. Altrimenti diranno “se la sono cercata. Non hanno saputo fare e per questo non avranno mai altre leggi in questo paese”. E chissà, forse dovremmo aspettare altri 30 anni.

Quando una persona viene insultata, aggredita, massacrata perché gay, lesbica, trans c’è solo un’ancora che la salva, una e non esistono altre: quella che trascina via dalla solitudine. Quella che gli dice: “non sei sola, ci siamo noi”. E non c’è peggiore solitudine di un gruppo che sta contro un altro.

Il politicismo è asfissiante. Se potessimo invece dare parola al mondo intorno per far parlare la realtà della vita forse riusciremmo a fare un metro in più.
Ed è questo, credo, il passo in avanti prima del passo da fare.

 

Simone Alliva