Bisceglie, un paesotto della Puglia diviso tra il mare, l’Adriatico, un vecchio dall’aspetto malinconico e stanco e la campagna, un vello d’oro intessuto con i profumi dei ciliegi. Antonio è un bambino timido, riservato, solitario, schivato e bullizzato dagli altri bambini perché lentigginoso ed “effeminato”. A otto anni inizia ciò che lui stesso definirà l’inizio di una Via Crucis tra medici di base e psichiatri che propongono manicomio e lobotomia. L’infanzia e l’adolescenza di Antonio sono tormentate da incomprensioni e intolleranza, da sacrifici e rinunce. Una volta adulto, Antonio conosce la transessualità e trova la risposta a quella “bambina imprigionata nel cuore di un bambino”, con “un amore smisurato per la vita”. Così inizierà il suo percorso di transizione che lo porterà a diventare Antonia. Il viaggio a Milano, la prostituzione, l’emancipazione, l’amore e l’attivismo TLGB saranno tappe di un percorso che vedrà Antonia divenire una delle principali e influenti esponenti del movimento transgender in Italia. Antonia incontrerà il teatro nel quale ritroverà lo stupore e la meraviglia di quando da piccola trascorreva ore accanto al padre che lavorava come “maschera” al teatro del paese. Alessandra, una giovane farfalla monarca sopravvissuta a un incendio, aiuterà Antonia a scoprire la sua natura e la sua strada, in una vecchia valle incantata, un mondo una volta popolato da spiriti e fate, distrutta completamente dall’avidità degli uomini. La salvezza di Antonia sarà quella piccola ala che non rappresenterà più motivo di vergogna ma la forza per ogni anima che, strada facendo, ha bisogno di essere felice.
Il libro racconta la storia “diversa” di Antonia Monopoli.

Il 17 ottobre acquistabile su AMAZON.