Giovedì 29 novembre è finalmente uscito nei nostri cinema il film (già campione d’incassi) che ripercorre la storia della mitica band londinese, dall’anno dell’incontro (1970) all’indimenticabile partecipazione al “Live Aid”, uno dei più grandi concerti rock che la storia ricordi (1985).

Nonostante le immancabili polemiche e la lunga odissea della sua realizzazione (ben otto anni), il risultato è a dir poco impeccabile, delicato ed emozionante senza voler strafare, ricco di coinvolgenti parti musicali capaci di trascinare anche lo spettatore più ingessato! Eccezionale la performance del protagonista principale Rami Malek (quasi sicuramente candidato agli Oscar) nei panni del divino Freddie Mercury, presentatoci anche da un punto di vista più intimo e umano, col suo animo fragile e insicuro sempre troppo oscurato da quella vita pubblica estrema e dissoluta che lo condusse alla morte per AIDS nel 1991.

Due ore e mezza che scorrono inesorabili senza accorgersene e che si spera non finiscano mai, un revival senza tempo che fa bene al cuore, adatto a qualsiasi generazione che ha ancora voglia di vivere e sognare con il potere immortale della vera musica.

Sponsor