Articolo in collaborazione con Torino4Fodd.com

Il concetto di viticoltura eroica non è noto ai più, ma, come suggerisce il nome, si riferisce a quei vigneti in condizioni ambientali “estreme” che rendono particolarmente complessa la coltivazione. Ovviamente in genere questo tipo di coltivazione è adottato su piccoli terreni, viste le inevitabili difficoltà. Il 2 dicembre a Torino è prevista al Circolo della Stampa la cerimonia di premiazione della 30esima edizione del Mondial des vins Extrêmes, l’unico concorso enologico internazionale dedicato alla viticoltura eroica ed organizzato dal Cervim. L’evento partirà con una conferenza alle ore 10:00 dal titolo “Dalla montagna al mare: 35 anni di viticoltura eroica. Le esperienze del Cervim per le nuove sfide del futuro”. Seguirà quindi la premiazione vera e propria, dove l’Italia si è fatta valere col maggior numero di produttori in questa peculiare categoria, dei 23 Gran Medaglie d’Oro, 181 Medaglie d’Oro e 61 Medaglie d’Argento. Il Piemonte in particolare si è aggiudicato 5 ori ed un argento, mentre le regioni più premiate sono state la Toscana e la Valle d’Aosta. Per quanto riguarda invece i Paesi a seguire l’Italia sul podio sono Spagna e Francia. Un elenco completo dei vini vincitori è disponibile qui. In seguito alla premiazione, a partire dalle 16:30, sarà possibile assaggiare i vini premiati per giornalisti ed operatori accreditati, mentre a partire dalle 18:30 sino alle 22 la degustazione verrà aperta anche al pubblico.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la email segreteria@cervim.it, mentre per gli accrediti giornalistici occorre scrivere a stampa.eventi@gowinet.it.