Mauro Coruzzi contro il Papa e Vladimir Luxuria

0
834

Nei giorni scorsi, Mauro Coruzzi (Platinette), durante l’intervista radiofonica a Libero, esprime la sua perplessità sulla “troppa” benevolenza di Papa Francesco verso il mondo LGBT.

Già nota la sua posizione, lo scorso agosto, dopo aver attaccato la legge contro l’omofobia e lamentato del “vittimismo della comunità LGBT”, ai microfoni di Libero rincara la dose; a Papa Francesco preferisce la “modernità” di Ratzinger.

La posizione benevola del Papa è talmente retorica da sembrare sospetta. […] Il fatto che una coppia gay unita civilmente vada in Chiesa a fare il segno della croce, non lo trovo né un avanzamento né una posizione retrograda. Più che Papa Francesco mi ha stupito Ratzinger. – ha continuato Mauro Coruzzi – Mi stupì molto più lui quando parlò per la prima volta di preservativo, lo trovo più moderno di Bergoglio.

RAggionge il suo apice parlando di Vladimir Luxuria al maschile.

La prima legge sulla transfobia, tanto dibattuta in questi giorni, è firmata da Mara Carfagna, esponente di Forza Italia, non certo dalla sinistra. Vladimir Luxuria spesso mi accusa di dire che lui non ha fatto niente in Parlamento per la questione; la legge della Carfagna, l’ha firmata anche lui ma non l’ha proposta in prima persona.

Ora non resta che attendere la risposta di Vladimir Luxuria…