Fiume, l’utopia al potere

0
197

Per celebrare la meraviglia del centenario della libertaria utopia, “libera e liberata” dalla morale dell’epoca, un ricco programma di eventi celebrerà l’impresa fiumana. L’evento maggiormente significativo sarà al salone degli incanti di Trieste (Giordano Bruno Guerri ne è curatore).

Il grande allestimento scenografico, farà rivivere il mito del rivoluzionario libertario che dello spirito ha fatto opera d’arte. Le celebrazioni del centenario, poggiano accento, proprio sull’aspetto di d’Annunzio, propulsore e promulgatore di rivoluzione sociale e di costume. Del resto a Fiume omosessualità, lesbismo, libere droghe e rapporti non convenzionali, emergono pubblicamente, creando alone di mitologia e ponendo così le basi per una autentica rivoluzione sociale. E’ proprio intorno a figure come Comisso o Keller che si crea un modus vivendi, assolutamente antiborghese, a tal punto da creare un parallelo con un altra rivoluzione antiborghese: il 68.