Dal 21 al 28 settembre, sotto la direzione di Tita Tummillo e Miki Gorizia, il sud ospiterà l’annuale edizione del Gender Film Festival, il Bari International Gender Film Festival 2019, organizzato e fortemente voluto dalla Cooperativa AL.I.C.E. e sostenuto dalle istituzioni locali.

Il festival porrà il focus su temi particolarmente scottanti come famiglia, omofobia, unioni civili e territori e contaminazioni varie sempre legate alla tematica. Un programma ricchissimo di ospiti e dibattiti, tra le personalità di spicco il sociologo Valentino Susca, il regista Franco Leli, i Bari Jungle Brothers.

Leli, ricordiamo, è stato l’autore di una pellicola di buon successo come “vivere alla grande”; al Bari Gender Festival presenterà “l’unione falla forse”. La pellicola prende spunto da un dibattito corale sulle bizzarre teorie che animavano il Family Day. Riflessione ed ironia comunicano tra loro, lasciando allo spettatore una serie di memorabili suggestioni. Un binario tra la normalità silenziosa delle famiglie arcobaleno e la follia reazionaria: imperdibile.

La serata inaugurale avrà come ospite Gianmarco Negri primo sindaco transgender d’Italia. Oltre trenta le proiezioni, tra film, lungometraggi, corti e documentari di varie parti del mondo: dall’Africa alla Danimarca… un festival di gran spessore che tinge Bari di riflessione e solidarietà.