Papa Francesco favorevole alle unioni civili per coppie omosessuali

0
263

Gli omosessuali hanno diritto di essere in una famiglia. Sono figli di Dio, e hanno il diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe esserne buttato fuori o essere infelice per questo.

Con queste parole, contenute nel documentario “Francesco” di Evgeny Afineevsky, il Papa per la prima volta nella storia pontificia si dice favorevole alle unioni civili omosessuali, di un percorso che la Chiesa peraltro preparava da qualche anno.

Negli ultimi anni, del resto, diversi porporati e personalità vicine al Papa avevano sostenuto la stessa linea.

Gli anni di pontificato di Francesco sono stati scanditi da aperture nei confronti del mondo Lgtb. Il mese scorso, ai genitori dell’associazione “Tenda di Gionata”, aveva detto salutandoli al termine di un’udienza generale: “Il Papa ama i vostri figli così come sono perché sono figli di Dio”.

Papa Bergoglio menziona nel documentario Andrea Rubera, padre assieme al compagno di tre bambini. Una mattina consegnò al Papa una lettera nella quale spiegava di voler crescere i figli nella fede cattolica, temendo però per come sarebbero potuti essere accolti nella locale parrocchia. Il Papa, come dice Rubera nel film, gli aveva poi telefonato, dicendogli di essersi commosso, e spingendolo a introdurre i figli nella vita della parrocchia, preparandosi però a trovare resistenze. Rubera, nel film, dice di aver effettivamente fatto frequentare ai figli la parrocchia, e di essere felice della scelta compiuta.