La vespa veste Dior

0
690

Vespa, un pezzo di storia ancora molto amato, simbolo di rinascita dalle macerie della guerra, che corre parallelo alla storia d’Italia dal dopoguerra ad oggi.

Un oggetto di design le cui riconoscibili linee morbide ed essenziali e la sua perfetta funzionalità, l’hanno reso un mezzo con il quale vantarsi e farsi invidiare dal mondo.
Doveva chiamarsi Paperino, ma Enrico Piaggio guardandolo affermò “Sembra una vespa!!!”, per via del suono del motore e per le forme della carrozzeria mediana, molto stretta.
E così che ha inizio il sogno di libertà, di una guida a 60 chilometri orari a gambe serrate appoggiate ad una pedana.

Il nuovo veicolo sbaraglia la concorrenza, si impone sul mercato, diviene un mito ben oltre i confini italiani, anche grazie a film come Vacanze Romane (1953) in cui l’affascinante Gregory Peck scorrazza per Roma in Vespa assieme alla bellissima Audrey Hepburn.
L’intramontabile Vespa Piaggio, capolavoro di stile, di semplicità e di funzionalità, pur modificata nel tempo, riesce sempre ad essere fedele a se stessa mantenendo una sua identità, e rappresentando il marchio Italia nel mondo. Il portabandiera di quel “sogno italiano”, non passerà inosservata neppure in questi tempi di congestione di traffico ed ingorghi, ricercando uno stile giovane che permetta una certa autonomia, ed agilità.

Tutti gli occhi e i fanali saranno puntati verso fine primavera 2021, sulla serie speciale e limitata Vespa 946, ‘vestita’ dall’atelier Christian Dior.

Vespa e Dior, fondati entrambi nel 1946, vogliono ricordare l’anniversario, collaborando con questa creazione esclusiva, reinventando lo spirito di libertà, movimento ed espressione alla base di entrambi i marchi.

Lo scooter, disegnato da Maria Grazia Chiuri, Direttore creativo delle collezioni donna Dior, sarà prodotto in Italia, con la dedizione e la precisione propria di un atelier di moda.
Il veicolo, sarà contraddistinto da un telaio monoscocca in acciaio con linee eleganti, grafiche, originali ed accessori coordinati. I particolari saranno in color oro ed il motivo Dior Oblique, disegnato da Marc Bohan nel 1967, apposto in bella vista sia sulla parte inferiore della sella che sul bauletto.

Il motore sarà quello della Vespa 946, monocilindrico 125 cc a 4 tempi, raffreddato ad aria con iniezione elettronica.