Ziv Cooper, le mille luci di New York

0
123

Ziv Cooper è un artista che lavora principalmente con colori ad olio e acquerelli. Spesso usa colori audaci e quadri emotivi in ​​modo post-espressionista.

Come artista e laureato in architettura, Cooper è fortemente influenzato dalle forme e dalla geometria delle strutture. Queste miscele di superficie, materiali e composizione, così come il rapporto tra la luce riflessa negli spazi urbani, è la sua principale fonte d’ispirazione.

Cooper dipinge scene in ogni luce immaginabile, dai tramonti infuocati alle romantiche scene notturne. Queste scene suggestive e iconiche sono accentuate con una serie di tecniche: pennellate audaci, macchiando la superficie, asportando la vernice con solventi e segnandola con pennarelli ad inchiostro. A seconda dell’ora del giorno o delle condizioni meteorologiche, la sua tavolozza può contenere fantastici grigi, neri e blu intenso ovvero scoppi luminosi di rosa, giallo e arancione.

I paesaggi urbani dell’artista sono resi con espressione intima e dinamica. Un numero di composizioni uniche sono ispirate dagli spazi intimi della città, dove gli edifici riflessi, i colori delle lampade da strada e le insegne al neon brillano sotto la pioggia. In ogni opera, integra varie tecniche per rappresentare una città con drammaticità, umore e personalità che riflettono il tempo e la situazione unica in un momento speciale della giornata.

I viaggi mondiali di Ziv lo hanno aiutato ad ampliare i suoi limiti creativi e ad utilizzare le sue tecniche uniche per una varietà di argomenti. Esprime la sua visione artistica altrettanto bene attraverso la natura morta, la pittura floreale, interiore ed espressionista. La sua pennellata è ampia ed espressiva oltre che delicata, precisa e dettagliata.