Search

All’Italia serve più Europa

Lo dicevamo molti mesi fa quando nessuno ne parlava. Oggi tutti, chi a favore e chi contro, mettono al centro del dibattito politico la questione Europa. Noi crediamo che ogni giorno sia più evidente la necessità di “più Europa” e non di “meno Europa”. Vale per il “Dossier migranti”, dove è evidente l’incapacità dei singoli stati di farvi fronte. E’…

Continua...

No ai simboli religiosi nei luoghi pubblici

Nei giorni scorsi è scoppiata la polemica a causa della direttiva che imponeva l’affissione dei crocefissi nelle stanze di degenza dell’Ospedale di Chivasso. Giusto protestare e prendere le distanze da questo provvedimento ma ancor più giusto sarebbe, una volta per tutte, prendere atto che in Italia si continua ad utilizzare i simboli religiosi per fini strettamente politici e, peggio, come…

Continua...

Alle Europee un nuovo tsunami

Lo tsunami non è mai formato solo da un’onda; quando arriva si abbattono sulla costa una serie di onde di diversa potenza. Trasponendo questa immagine in politica possiamo dire che la prima onda in Italia sia arrivata il 4 marzo 2018 e che la seconda si sia abbattuta sul nostro Paese lo scorso 26 maggio. La prima onda ha lasciato…

Continua...

I diritti dell’amore

L’11 maggio 2016 il Parlamento italiano approva la legge che riconosce le unioni omosessuali. Un traguardo storico, se si pensa che la prima proposta di legge presentata (seppure mai messa all’ordine del giorno) risale al 1988. Ma fuori dal Parlamento la lotta per i diritti delle persone omosessuali è cominciata molto prima con il FUORI! (Fronte Unitario Omosessuale Rivoluzionario Italiano)…

Continua...

SI alle adozioni per le coppie omosex… SI alle adozioni dei single

Qualcuno ricorda la raccolta di strafalcioni di Parlamentari mentre si parlava della possibilità di introdurre nella Legge Cirinnà la cosiddetta “Stepchild Adoption”? Gente che non sapeva nemmeno cosa stava dicendo, che incespicava nelle parole e nella sintassi, rimarcava la necessità per i bambini di avere una mamma e un papà. Lo stesso ritornello sentito dalla banda di paternalisti, nazionalisti, retrogradi,…

Continua...

Cari amici del PD, la nobiltà’ della politica prima degli equilibri interni

Cari amici del PD, ripartiamo da diritti civili, dallo Stato di diritto, dalla partecipazione e dal sì alle infrastrutture per una iniziativa comune? Dopo le vostre travagliate vicende congressuali piemontesi vorremmo nuovamente provare a costruire una percorso di confronto politico sui temi che da decenni ci impegnano senza trovare, a dire il vero, molti ad accompagnarci. Le vicende nazionali che…

Continua...

Sì TAV, sì referendum

La piazza torinese dello scorso 10 novembre, con decine di migliaia di persone a manifestare per il SI al TAV, è stata importante: ha finalmente mostrato che esiste un’altra città, che vuole andare avanti e non ha paura di investire su una grande opera, che rappresenta – letteralmente – un modo concreto per tenere il Piemonte agganciato all’Europa. Dobbiamo procedere…

Continua...

Il dissesto idrogeologico è conseguenza del dissesto istituzionale

In ogni occasione nella quale gli eventi meteorologici causano danni e morti si ripete un copione sempre uguale: giornali pieni di notizie sull’accaduto, il Governo di turno promette stanziamenti non solo per le emergenze, gli esperti hanno spazio per dire la loro rispetto ai cambiamenti climatici e a quanto accaduto, politici alla Salvini dicono la loro senza sapere nemmeno di…

Continua...

Diritti a destra e a manca??? …

Di fronte agli annunci del Governo Lega-5 Stelle, in alcuni settori della sinistra si riparla di nuovo della lotta per i diritti civili come frontiera di sinistra contro le destre. E’ una visione che contesto. Le prime grandi vittorie sul divorzio e sull’aborto sono state rese possibili anche dal voto (sul referendum sul divorzio del 1974) e dal sostegno concreto…

Continua...