La vita di Giò Stajano diventa uno spettacolo teatrale.
Sua nipote Francesca Stajano Sasson porta in scena la rocambolesca Giò, avvalendosi di attori e di un mimo e curandone testi e regia.
Ad impersonare Giò Stajano, che fu giornalista, scrittore, attore e pittore, sarà un fantastico Sebastian Gimelli Morosini, mentre l’amica storica di Giò, la pittrice Novella Parigini, sarà la stessa autrice e regista dello spettacolo.
Lo spettacolo è stato “pensato” proprio da Francesca Stajano Sasson, che si è avvalsa della consulenza del biografo di sua zia, Willy Vaira.

Nel cast dello spettacolo, attori di spessore come Roberta Bobbi, Isabella Deiana, Giuseppe Amelio, Antonio Corazza e il mimo Nino Mallia.
La “prima” è andata in scena, con grande successo, venerdì 10 maggio al Teatro Flavio di Roma.
Racconta Francesca Stajano Sasson: “La vita di mia zia mi ha sempre affascinata. Fin da piccola ho avuto un amore ed una stima immensa per lei. Quando nel 2011 ha lasciato questa terra, ho iniziato a pensare di doverle rendere omaggio in qualche modo e così, dopo tanti anni di dolore, è arrivato “Polvere di Giò”, uno spettacolo in cui racconto tutta la sua parabola esistenziale, mettendone in luce i momenti principali. Prima uomo, poi donna, poi suora laica, mia zia ha vissuto in una vita tutto quello che normalmente un essere umano vive in più esistenze.

Nata uomo nel 1931 in Salento, figlio primogenito di Fanny Starace, figlia del Segretario del Partito Nazional-Fascista, Achille Starace, e del conte Riccardo Stajano, vive gli anni della “Dolce Vita” romana, diventandone protagonista e partecipando al famoso film di Federico Fellini.
Diventa, in seguito, donna con una delle prime operazioni a Casablanca negli anni ’80 e infine suora laica nel Convento di Vische, in provincia di Torino.
Credo sia importante ricordarla e celebrare il suo coraggio, la sua voglia di libertà ed autoaffermazione. Il messaggio è rivolto a tutti, ma soprattutto a chi ancora deve lottare contro assurdi pregiudizi sociali”.

Francesca Stajano Sasson
Francesca Stajano Sasson