Nell’unanime silenzio dell’informazione, si sta concludendo la campagna per la raccolta delle firme per due proposte di legge di iniziativa popolare.

 “Riprendiamoci il Comune” è il nome che la rete dei promotori ha dato a questa campagna. Rete che ricorda, e in larga misura coincide, con quella che ha portato ai Referendum in difesa dell’acqua pubblica

Le due proposte riguardano, la prima, la riforma della finanza locale; la seconda, la Cassa Depositi e Prestiti.

Occorre ricordare che i Comuni, si sono visti imporre imponenti tagli ai trasferimenti dallo Stato (dai 1,65 mld del 2009 ai 16,655 mld del 2015). Unico comparto della Pubblica Amministrazione a ridurre significativamente la propria quota di debito pubblico complessivo (dal3,5% al 1,5%). Risultati: privatizzazioni galoppanti, svendita delle proprietà pubblica, consumo di suolo per recuperare risorse (la percentuale di suolo urbanizzata in Italia passa dal 5% al 7,5 %).

Nasce da queste riflessioni la campagna fondata su due leggi di iniziativa popolare, la prima per una riforma della finanza dei Comuni e la seconda per la socializzazione di Cassa Depositi e Prestiti.

La prima proposta di legge intende riformare i principi di finanza locale, affiancando al pareggio di bilancio finanziario l’obiettivo per i Comuni di raggiungere il pareggio di bilancio sociale, ecologico e di genere. Prevede inoltre la partecipazione diretta dei cittadini alle scelte fondamentali.

La seconda proposta di legge individua le risorse necessarie non  nei mercati finanziari; ma in Cassa Depositi e Prestiti, ente a cui vengono conferiti i risparmi (285 miliardi) di oltre 10 milioni di cittadini., attraverso il suo ritorno alle funzioni originarie  di ente pubblico (cosa che è stata dal 1852 al 2003) che operi, al servizio delle comunità locali,  per tutti gli investimenti necessari per dotare i Comuni di quelle infrastrutture necessarie alla loro funzione di coesione sociale territoriale.

Funzione che la presenza delle Fondazioni Bancarie nel capitale della Cassa, dal 2003, ha fatto venir meno.

 

Per informarsi meglio: https://riprendiamociilcomune.it

Per firmare: Sabato 08/07 – mercato di Corso Cincinnato angolo cso Toscana 9.30-12.00

Info “Last Minute” su https://www.attactorino.org/

Per firmare On-Line: link e maggiori info su https://riprendiamociilcomune.it

(entro il 15 Luglio)

È possibile firmare anche nelle Circoscrizioni e nei Comuni entro il 12 luglio

Sosteniamo la Campagna!