Articolo in collaborazione con TorinoalCentro

Dal 6 al 9 ottobre 2022 si terrà presso Torino la conferenza annuale dell’European Pride Organizers Association AGM, giunta alla 29° edizione, che porterà in città 160 delegati LGBT+ da tutt’Europa, grazie al Coordinamento Torino Pride, in accordo con le istituzioni locali e con i coordinamenti Pride di Roma, Milano, Perugia, Varese, Padova, Cagliari e Pavia. EPOA è il network europeo che coinvolge le principali realtà europee nel campo dell’organizzazione dei Pride, nato nel 1991 a Londra, è cresciuto costantemente fino a raccogliere le adesioni di oltre 90 organizzazioni attive in più di 30 paesi UE. L’assemblea, che si svolgerà al Lingotto, sarà un momento fondamentale di condivisione di esperienze e competenze tra le organizzazioni europee nonché un’occasione di formazione che prevede seminari e incontri che permettano un inclusione sempre maggiore delle persone LGBT+ in contesti pubblici e privati. Tra le altre cose sarà anche stabilita in questa sede la città che ospiterà Europride 2025. Così ne ha parlato Alessandro Battaglia, responsabile organizzativo dell’evento:

“L’AGM è anche un momento di promozione turistico/territoriale internazionale del luogo che la ospita e, per Torino, sarà uno straordinario momento di visibilità internazionale. I nostri 170 ospiti potranno godere delle bellezze e delle bontà che la nostra città può offrire. Inoltre sarà senz’altro l’occasione per fare innamorare le persone partecipanti della nostra città”.

Per la prima volta, in seno all’AGM, si svolgerà anche una Conferenza del Mediterraneo aperta ai delegati e con la partecipazione di alcune attiviste e alcuni attivisti di diversi Paesi dell’area del Mediterraneo per capire come soccorrere le persone LGBT+ provenienti da quelle aree, in genere più a rischio di emarginazione e discriminazione.

Davide Cuneo