Il genio matematico, una delle menti più brillanti del Novecento, che consentì la decrittazione del codice della macchina Enigma, usata dai tedeschi come sistema di comunicazione durante la Seconda guerra mondiale, si suicida a 41 anni il 7 giugno 1954 mordendo una mela intrisa di cianuro. Turing fu condannato alla castrazione chimica perché omosessuale, in un periodo dove era essere gay era vietato dalla legge. Da lì, depressione e poi il suicidio. L’omofobia uccide.
Con un ritardo di 59 anni, nel 2013, la Regina Elisabetta II grazia Alan Turing.

Un film meraviglioso, da non perdere:
The Imitation Game
USA, 2014
Regia: Morten Tyldum
Interpreti: Benedict Cumberbatch, Keira Knightley, Matthew Goode
Oscar per la Migliore Sceneggiatura non Originale.