Con zona gialla e arancione le primarie si possono fare

In Italia entro il 30 marzo si terranno le elezioni amministrative rinviate di novembre. E per quale motivo non si potrebbero tenere le primarie a Torino?

Lo diciamo dall’inizio, primarie inevitabili. Anche Sala e Zingaretti furono scelti con le primarie. Il Covid non può essere il pretesto per scelte autartiche. Peraltro, anche in zona gialla e arancio le primarie si possono fare. Le primarie non sono tempo perso e i vantaggi superano di gran lunga i mal di pancia.

Il segretario cittadino Domenico Carretta, che lunedì ha spinto perché in Direzione si votasse il suo documento che archiviava le primarie in presenza causa Covid, non vede infatti l’intervento di Roma come un richiamo men che meno un passo verso il commissariamento: “Pronti a valutare il voto online, ma solo non vogliamo che si perda troppo tempo”.