Quante e quanti di voi, conoscono veramente il carnevale delle scuole di samba brasiliane? In italia, pochissimi, quasi nessuno perché i video che passano in TV durante telegiornali o altri programmi, al massimo durano 150/180 secondi e poi le poche immagini che passano fanno vedere solo vedere culi e tette (che squallido!)… dire riduttivo è poco, direi ridicolo!

Come si può “condensare” in 2 minuti e mezzo di video, le sfilate delle scuole di samba che durano ognuna da 1 ora ad 1 ora e 15 minuti ?! (dipende dal sambodromo dove si svolge). Tenterò di dare una visione di cosa sia il “desfile” (la sfilata) delle scuole di samba nei sambodromi. In italia lo so può immaginare come un campionato tra le Contrade di Siena… un gigantesco palio di Siena che metta a confronto le varie contrade, per cui siamo in presenza di un vero campionato, con tanto di coppa, premio in denaro (e tanti!), contratti per fare spettacoli in tantissimi paesi del mondo con rappresentanze (tranne in italia!) e ci sono anche le retrocessioni… una sorta di serie A e serie B (Grupo Especial e Grupo de Acesso). Stiamo parlando di una movimentazione di circa 49/52 milioni di dollari ($) in 3 giorni a Rio de Janeiro per cui parlare, come alcuni dicono in italia, di baggianata o “solite donne nude”, parlano senza cognizione di causa non conoscendo pressoché nulla.

Stiamo parlando di un coinvolgimento di centinaia di migliaia di persone che lavorano attorno a questo evento a partire da giugno dell’anno precedente, fino al carnevale, per cui sottovalutare questo evento e definirlo come effimero, ridicolo, stupido è decisamente una mancanza di rispetto nei confronti di una cultura. A giugno ogni scuola decide l’enredo, ovvero la trama, la storia che la scuola andrà a rappresentare sia con i vari carri (5 a Manaus e 6 a Rio e Sao Paulo) che con le persone, dai 3500 a 5500, suddivise in ali (gruppi di rappresentazione, ognuno formato da 100 persone con stesso costume) sfilerà nell’avenida (sambodromo) più le passiste, coloro che spesso sono fotografate perché sono belle, seminude e sambano per tutto il tempo senza mai fermarsi.

Ogni ala dovrà attenersi alla storia (trama) trattata dalla scuola e ballare all’unisono e con stessa coreografia. Logicamente vi starete chiedendo come possa sapere che una scuola guadagna più che un’altra… semplice durante la sfilata ci sono i giudici, circa 40 posizionati lungo l’avenida (la più lunga è rio con 700m.), che devono dare votazione riguardo:

  • storia e trama
  • batteria ovvero il gruppo delle percussioni
  • canzone samba
  • armonia
  • carri allegorici
  • costumi
  • gruppo di apertura della sfilata
  • portabandiera
  • impressione della visuale generale
  • coreografia

Inoltre ogni scuola per effettuare completamente la sfilata deve rispettare il tempo prefissato (1.15 h. per Rio 1.05 per Sao Paulo e Manaus)  considerando che l’avenida di Manaus è lunga 450m. Sao Paulo è 530m. e Rio è 700 m.

Il sambodromo di Manaus, è il terzo sambodromo come importanza del Brasile ma con 115.000 spettatori è il più grande (per un concerto del 2003 arrivò a contenere 350.000 persone).

Il sapucaì (Rio) è di 85.000 e Anhembi (Sao Paulo) è di 30.000 spettatori, in compenso sono progetti di uno degli architetti più grandi del mondo: Oscar Niemeyer. Provate ad immaginare l’emozione durante la sfilata davanti a tutte le persone…

Altra cosa… il rispetto nei confronti delle altre scuole di samba è la prima regola; nessuno mai si permetterà di fischiare o fare altro di ingiurioso nei riguardi di altre scuole. I tifosi di calcio, dovrebbero imparare!

Sponsor