Search

Salviamo Radio Radicale in memoria di Massimo Bordin

Firma SUBITO la petizione su change.org per salvare l’informazione di Radio Radicale

È morto Massimo Bordin, voce storica di Radio Radicale, proprio mentre questo Governo vuole chiuderla!

Soffocare e chiudere Radio Radicale è una delle azioni peggiori del Governo del cambiamento (in peggio). Una scelta consapevole che è in linea con la venezuelizzazione dell’Italia.

L’assalto allo stato di diritto, alle libertà, ai diritti umani e civili, alla convivenza democratica, diviene ogni giorno più truce, più ignorante, più pericoloso.

Dal 1976 la voce di Radio Radicale ha portato il Parlamento, i processi, i dibattiti, i congressi di tutti i partiti, nelle case degli italiani. Altro che streaming! C’è chi da 43 anni ha dato voce alla politica, dato corpo al “conoscere per deliberare”, dato parola agli ultimi, agli offesi, ai discriminati, agli emarginati. A tutti.

Non sta accadendo qualcosa per caso, per volere del destino. Si compie un crimine premeditato uccidendo una voce e silenziando l’unico canale di informazione pubblica in presa diretta, senza filtri.

Radio Radicale fa paura, come fanno paura le libere voci ai regimi autoritari di ogni colore politico. Reagire a quanto accade è un dovere, innanzitutto di chi radicale non è. Un ricordo lo voglio dedicare al grande Massimo Bordin che per anni ci ha accompagnato con la sua sagacia e la sua ironia nella lettura mattutina dei giornali e in interminabili dialoghi con Marco Pannella. Onore a lui, alla sua storia e professionalità.

Infine una richiesta, un invito: Firmate l’appello per Radio Radicale. Animate iniziative. Scrivete lettere a giornali e politici. Date una mano al futuro di libertà che ciascuno di noi vuole e auspica.

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: