Search

SI alle adozioni per le coppie omosex… SI alle adozioni dei single

Qualcuno ricorda la raccolta di strafalcioni di Parlamentari mentre si parlava della possibilità di introdurre nella Legge Cirinnà la cosiddetta “Stepchild Adoption”? Gente che non sapeva nemmeno cosa stava dicendo, che incespicava nelle parole e nella sintassi, rimarcava la necessità per i bambini di avere una mamma e un papà. Lo stesso ritornello sentito dalla banda di paternalisti, nazionalisti, retrogradi, reazionari, che a Verona ha tenuto il Congresso internazionale delle famiglie.

Cosa è veramente giusto nell’interesse prevalente e superiore del minore? Provo a rispondere. Io dico che sarebbe necessario riconoscere la possibilità di adozione del figlio di uno dei due componenti la coppia omosessuale anche da parte dell’altro, cosa che si sarebbe già ottenuta senza l’inqualificabile balletto dei 5stelle nello scorso Parlamento. Non solo; io affermo che le adozioni delle coppie omosessuali dovrebbero essere equiparate in toto alle adozioni delle coppie eterosessuali. Semplice.

Aggiungo anche che le adozioni dovrebbero essere aperte anche ai single, con le medesime regole. Lo penso perché ritengo che per un bambino che non ha una casa è meglio avere una mamma o un papà piuttosto che nessuno. Penso che per un bambino che non ha casa e affetti è meglio avere due papà o due mamme che non avere nessuno. Con buona pace dell’ipocrisia familista di chi mentre lancia anatemi contro le famiglie “diverse” ha nel suo curriculum molti matrimoni e molte famiglie, o nessun matrimonio e figli con donne o uomini diversi o si fa fotografare accondiscendente dai paparazzi per far sapere a tutti noi i suoi nuovi flirt. All’incoerenza e all’ipocrisia gli Italiani dovrebbero mettere un freno.

 

Igor Boni

Direzione nazionale di Radicali Italiani

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: