Search

Sex toys. Opinioni e pregiudizi

Il sesso è uno di quei momenti topici in cui l’essere umano, spogliandosi della sua razionalità, manifesta la propria essenza più intima. Può essere indimenticabile, per innumerevoli motivi: per un orgasmo multiplo, una performance acrobatica da giochi senza frontiere in biancheria intima, la scoperta di nuovi punti sensibili o non, ed altro ancora. Anzitutto, è essenziale sottolineare che la creatività è una cosa importante, che anche il missionario non è mai demodè (perchè sempre molto in voga e il classico non tramonta mai), e che ogni coppia nel proprio letto è libera di esprimere al meglio le proprie abilità, i propri gusti e piaceri.

Lasciamo stare tutti gli infiniti tabù che, per fortuna, stanno cadendo di fronte all’infinita e sacrosanta voglia di conoscersi e conoscere il piacere nel senso più puro (per il semplice gusto di godere senza necessariamente il classico “ti amo”). Oggi è evidente il crescente utilizzo dei sex toys, comprovato dal fatto che si possono trovare nei luoghi più disparati.

Ognuno ha una propria percezione e/o opinione in merito al loro utilizzo. C’è chi li veste con pregiudizi, etichettando gli utilizzatori di questi strumenti del piacere come persone sole, insoddisfatte, con problemi relazionali o, peggio ancora, un po’ “perversi”. Altri credono che a lungo andare diano dipendenza in quanto le vibrazioni e le “dimensioni” dei gadget danno un piacere maggiore e per tale motivo finiscono per creare assuefazione e rendere il proprio corpo sempre meno sensibile al sesso per così dire “tradizionale” (ossia quello che senza l’uso dei sex toys). Alcuni uomini vedono in questi “giocatoli” possibili rivali mentre alcune donne, sempre meno per fortuna, ancora sono legate ad una cultura in cui piuttosto che rilevare il proprio piacere temono il pregiudizio del proprio partner.

Sex toys, loro benefici.

Tra i più comuni, definibili evergreen, possiamo citare anelli vibranti, vibratori, vibratori rabbit, dildo, palline cinesi, gadget comandati via wireless. Si possono trovare quasi ovunque e in diversi materiali. Il loro prezzo è dei più vari; li si possono acquistare per pochi euro fino ad arrivare a quelli più particolare con un prezzo decisamente maggiore rispetto alla media. A salvaguardia della salute, però, occorre usare sempre degli accorgimenti nel momento dell’acquisto di questi “giocattoli”, come ad esempio verificare la presenza del marchio CE o TUV ed accompagnarne l’utilizzo con un gel lubrificante ad acqua, specie nei casi di particolare secchezza delle mucose o durante i primi utilizzi per i principianti, così da evitare eventuali irritazioni.

Ognuno serve a stimolare una parte specifica del corpo ma tutti possono dare grande piacere e portare grandi benefici sia a livello individuale che di coppia.

Nel primo caso, ad esempio, l’autoerotismo praticato attraverso l’utilizzo di questi gadget può migliorare la conoscenza del proprio corpo e delle sue reazioni. Perciò, avvalersene a livello personale può aiutare scoprire e ottimizzare la propria sensibilità fisica, capire come raggiungere più facilmente l’orgasmo, sapere come prolungare il piacere senza arrivare subito al suo compimento. Possono essere usati anche come un valido aiuto contro alcuni disturbi della sessualità, ad esempio nel caso di dispareunia (dolore genitale persistente o ricorrente durante il rapporto sessuale) contribuendo a ridurre la percezione della sofferenza durante la penetrazione, oppure nel caso di anorgasmia (difficoltà nel raggiungere l’orgasmo) scoprendo le posizioni e le modalità di stimolazione che più facilmente aiutano al raggiungimento del piacere.

A livello di coppia i benefici sono molteplici.

Possono essere una novità in grado di incuriosire e stimolare le fantasie dei due partner e uno strumento concreto in grado di prolungare la fase dei preliminari, contribuendo a ravvivare un rapporto caduto nella monotonia; facilitano la comunicazione, perché spingono due persone che stanno insieme a dialogare sul sesso senza inibizioni (“Quale sex toys potremmo prendere?”, “Tu quale preferiresti?”, “Perché?”), e si sa, il confronto in ogni materia porta solo benefici; sono spesso di aiuto nelle coppie in cui entrambi o uno dei due partner hanno disabilità, facilitando ed aiutando l’atto sessuale; facilitano, altresì, anche le coppie che vivono a distanza, permettendo di vivere la sessualità in maniera virtuale per chi comanda il sex toys e fisica per chi invece lo usa materialmente (grazie ai svariati giochini comandati via wireless).

No sex toys. Occasioni perse?

Non utilizzando i sex toys in realtà si perde tutto o nulla.

Ciascuno vive la propria sessualità e la sessualità di coppia nel modo che preferisce. Non c’è un giusto o sbagliato, un meglio o peggio. L’uso del sex toys non deve generare stress o ansia ma al contrario è giusto che ognuno faccia e viva il sesso come vuole. E’ sicuro, però, che lo sperimentare, il giocare, lo scambiarsi i ruoli aiuti la coppia nel complesso, rinnovandone l’intesa, riducendo l’ansia da prestazione, e favorendo una vita erotica intesa ed appagante.

Quindi largo alla fantasia, ai giochi e alla leggerezza, con ogni mezzo!!

Roma, 03/11/2018 – www.hotoys.it – A.A.

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: