Search

Fabbrica Torino, eccellenza ottica

D: Chi siete?

R: Fabbrica Torino, è un’azienda nata nel 1922 agli albori della nascita dell’industria automobilistica: La Diatto, leader dell’epoca in composti per bachelite; materiale innovativo molto usato in quegli anni. Da li nasce l’idea di realizzare occhiali per i corridori automobilistici dell’epoca…

D: E le collezioni?

R: Le collezioni, ora come allora, sono di acetato che nonostante il progresso è il miglior materiale di sempre ed è quello che ci permette di realizzare un prodotto di classe e di assoluto livello.

D: L’acetato è italiano?

R: Ovvio che si! Ed è l’antica azienda Mazzucchelli di Castiglione Olona, un’azienda datata 1849, ad oggi essa è il leader mondiale dell’acetato a lastre che sono il vanto della nostra produzione.

D: La vostra gamma di modelli?

R:  E’ una collezione ampia di 45 modelli diversi si varie varianti idi ispirazione vintage con lo spirio della nostra azienda che sa reinterpretare e riproporre il tutto in un ottica moderna, un’autentica eccellenza dei un prodotto artigianale.

D: Le tirature?

R:  Un centinaio di modello-colore e potremmo farne davvero molte di più, ma la distribuzione selettiva e la sua intrinseca esclusività ci porta ad un prodotto fatto di numeri piccoli estremamente ricercati.

D: L’azienda è molto forte all’estero…

R: Sì, certo… USA, Canada e Israele. A Manhattan, Chicago e Boston siamo presenti ne migliori negozi.

D: Chi è il vostro designer?

R: Il nostro designer si chiama Alessandro Semeghini. E’ lui che ne cura l’aspetto tecnico e il confort inerente l’indossato.

D: Giovanni Allevi è il vostro testimonial?

R: Beh… il teatro la scala con Marina Arduino e Marco Agostino, sono i nostri testimonial mentre con Giovanni Allevi abbiamo sviluppato un progetto di un occhiale realizzato insieme sulla linea di un prodotto tecnico conforme alle sue esigenze. Questo occhiale ha come tipologia due tasti da pianoforte.

D: Progetti futuri?

R: Una sempre maggiore apertura all’estero, dove l’artigianalità e la qualità italiana è enormemente apprezzata. Ora stiamo cercando di espanderci sempre di più sul mercato orientale.

D: Una domanda che non ti ho fatto ma che avresti voluto che ti facessi

R: Le nostre tante interazioni con il mondo del teatro, in particolare della danza, del cinema (dove siamo presenti su diversi set), nella continua ricerca di personaggi e situazioni che siano in linea con l’intrinseco valore del nostro prodotto.

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: