Search

Pride di Torino: una giusta reazione alle azioni inqualificabili del nostro governo

Ad ogni azione contro i diritti umani e civili delle persone deve corrispondere una reazione. Una reazione nonviolenta. Questo è stato il Pride di Torino. Decine di migliaia di persone unite nel dire “No!” alle dichiarazioni del Ministro Fontana in merito alle famiglie arcobaleno e agli omosessuali e alle pericolose farneticazioni del Ministro Salvini in tema di migranti.

Tutti insieme siamo riusciti a dare un segnale che esiste un’Italia diversa, che non china la testa e che non ha paura di nuovi inquisitori o despoti. Un’Italia che vuole difendere ciò che è stato conquistato in decenni e che vuole proseguire un cammino di responsabilità e di autodeterminazione.

E’ stato un Pride dei diritti, di tutti i diritti. Con questo spirito, da Radicali, abbiamo partecipato portando le nostre bandiere, di Radicali Italiani, di +Europa e dell’Associazione radicale Adelaide Aglietta ma portando anche altri due striscioni. Il primo della campagna Welcoming Europe a favore di nuove politiche sull’immigrazione da parte dell’Europa (stiamo raccogliendo 1 milione di firme in 7 Paesi dell’Unione e tutti possono firmare anche on-line https://welcomingeurope.it/news/firma/). Il secondo con su scritto “PRIMA GLI ITALIANI? E GIULIO?” in risposta alle parole del nostro Ministro degli Interni che, di fronte al Caso Regeni, sostiene che la questione dell’omicidio del giovane ricercatore è un problema della sua famiglia e che noi dobbiamo salvaguardare i rapporti con l’Egitto.

In questa fase storica, in Italia come in Europa, dobbiamo riuscire a comunicare che la violazione dei diritti di una parte rappresenta la violazione dei diritti di tutti. Vale per gli omosessuali o i transessuali, vale per le donne o per i bambini di ogni colore, vale per i disabili, per gli immigrati o i carcerati. Vale per ciascuno e per tutti.

Igor Boni – Direzione nazionale Radicali italiani

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: