Search

Adriano Ferro: anatomia di un promoter

Adriano Ferro, colui che 10 anni fa ha dato vita al concorso Butterfly; ovvero un concorso di bellezza realmente innovativo, mirato ad esaltare il concetto di trasformazione nelle sue varie declinazioni. Italiane, Sudamericane, Filippine hanno fatto la fortuna di questi concorsi. Quest’anno la stupenda e giovanissima Luciana è stata la vincitrice.

Luciana stessa, che ammette di non aver mai pensato ad un concorso di bellezza, ma di aver visto casualmente la locandina e facendosi coraggio, grazie alla sua amica Chanel, si sono messe in gioco senza sapere che la visibilità e la gratificazione del successo erano dietro l’angolo. Ora, dopo la vittoria, ha iniziato la sua carriera di cubista e di ragazza immagine del New Fashion Staff. Del resto lo stesso Adriano, intuendone il suo enorme potenziale da grande talent scout qual’è, ha pensato di inserirla nel suo staff artistico e organizzativo permettendole sin dalla nuova stagione ruoli sempre di maggior rilievo (ovviamente dovendo gestirsi con il suo lavoro di gestore di sala nelle ristorazioni come la sua amica Chanel).

Adriano Ferro è un promoter di vecchia data che da ben 15 anni è sulle scene. A lui si deve il fatto di aver creato il primo gruppo gay di go go boys: gli Erotic Dreams. Lui stesso che prima di essere un direttore artistico e di creare il New Fashion Staff aveva calcato le scene nel ruolo di Drag Queen.

La comunità transgender ha avuto un ruolo importante nella sua carriera perchè con lui essa ha avuto una visibilità e dei luoghi di incontro che precedentemente erano a loro preclusi. Il momento attuale vede Milano in una fase un pò in ombra rispetto al suo sfavillante passato. Sicuramente per causa di una crisi generalizzata ma anche perchè i gusti sono cambiati e la discoteca non ha più l’effetto aggregante che aveva in passato, Milano ha visto opacizzarsi la sua immagine di regina madre delle notti italiane. Lui ed altri organizzatori del settore coraggiosamente ancora cercano (seppur con fatica) di riportarla in auge.

Questo nonostante le molte limitazioni burocratiche e i continui balzelli amministrativi che creano difficoltà. Del resto è assai noto che nei confronti dello show business si tenda ad essere ben poco elastici e Adriano stesso dichiara che ad un ragazzo giovane non consiglierebbe di occuparsi di questo settore in Italia ma di andare all’estero, in Grecia o in Spagna per esempio. Del resto non sono molti i casi fortunati, come quello della sua città natale, Mazzara del Vallo, dove si è saputo valorizzare in termini artistici la scoperta del satiro danzante al punto da far rivivere alla piccola cittadina una ricaduta in termine di carattere economico.

Nel futuro di questo noto promoter c’è l’idea di aprire quanto prima un locale tutto suo, fatto di trasgressioni, elegante di gusto in un contesto di musica qualitativamente alto con personale altamente professionale.

La concorrenza internazionale nel mondo della notte spesso è mancante di immaginazione anche se noi in Italia siamo ancora forti del rapporto qualità/prezzo ma per il futuro bisogna iniziare a pensare ad investimenti importanti.

Al contrario negli eventi “One Night”, noi italiani con il nostro gusto e  fantasia, diamo davvero il meglio essendo spesso creatori di eventi realmente molto importanti. Per quanto riguarda la stagione autunnale 2018 di Adriano tante saranno le novità che non possiamo anticipare per non togliervi il gusto della scoperta.

Da parte di noi di Orlando non possiamo che fare i nostri migliori auguri a lui e il suo staff di buon lavoro.

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: