Search

Intervista a Barbara Kendall, fotografa e appassionata di beni culturali

Barbara Kendall è una transex che ha iniziato il suo percorso di transizione appena maggiorenne, anche se era già consapevole di esserlo dall’età di 6 anni.
Si occupa di fotografia artistico-monumentale e salvaguardia di beni Culturali, guidando i molti visitatori alla scoperta dei meandri più nascosti all’occhio umano.
Particolarmente sensibile all’arte, adora i beni Culturali monumentali come la bellezza delle basiliche normanne. Esempi più significativi di questo particolare stile artistico sono quella di Itala Marina (ME) dedicata ai Santi Pietro e Paolo; il duomo di Palermo con absidi e torri normanne. Il territorio siciliano è anche particolarmente ricco di castelli di raffinata bellezza e tipologia costruttiva a difesa del proprio territorio, come il castello Ursino di Catania (1239-1250), quello dell’architetto militare Riccardo da Lentini, il castello De Spuches dei duchi di Santo Stefano a Taormina.
Perchè consigliare il turismo in Sicilia? Perchè il nostro territorio è ricco di storia e di bellezze paesaggistiche invidiabili nonché opere d’arte, basiliche e capolavori di indubbia bellezza e rarità.
Le difficoltà all’inizio ci sono state, ma camminare a testa alta è il modo migliore per affrontare i problemi. I luoghi più visitati sono i castelli federiciani, le basiliche del seicento-settecento, la tipologia di costruzione dei castelli fortezza; il Biviere, la necropoli più grande d’Europa. Inoltre vi è Pantalica, visitata nel 1988 dalla dalla regina Madre d’Inghilterra Elisabeth Bowes Lyons Windsor,ospite a Villa Borghese a Lentini (luogo del giardino il più bello d’Italia).

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: