Search

Senza un poco di zucchero… l’eros va giù

 

Ho capito qual è l’origine dei miei guai con l’amore: lo zucchero. No, non parlo di sregolatezze alimentari, a loro volta cause di altri problemi: cellulite, sovrappeso e drammatici scontri con gli specchi di casa! No. Sto parlando di quel pizzico di zucchero che un tempo le donne usavano per addolcire ehm…i neonati. E vi lascio immaginare dove venivano indirizzati i candidi granellini…Una volta l’esigenza primaria era di trovare un compagno per la vita e il magico gruzzolo bianco era il rito propiziatorio per avere la dolcezza necessaria a incantare gli uomini. Bene, mia madre ignorava l’usanza!!!L’ho scoperto pochi anni fa, quando, dopo l’ennesima delusione, sono corsa a raccontare tutto alla mia saggia nonna novantenne. Che, colta da una folgorazione improvvisa, esclamò: “lo zucchero! Ecco perché!” E poi, rivolgendosi a me con gli occhietti neri e pungenti come spilli mi chiese: “Tua madre te lo ha messo?” Immaginate lo sgomento che colse me, baby boeme del ’69 che fino ad allora disconosceva gli usi alternativi del dolce granello…No, mia madre non aveva compiuto il rito. Me lo confessò con una faccia che tradiva la sorpresa di ritrovarsi a fare i conti con un’usanza che definì preistorica. Lei poi, perennemente a dieta…Ok, ma in tempi moderni, non sarebbe bastata una bustina di Dietor?!?

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: