Search

PANE AZZIMO

 

Nella tradizione ebraica la matzah è il pane azzimo legato alla festa della Pasqua ebraica(Pesach). Secondo le Scritture la mancanza di lievito è dovuta al fatto che gli Ebrei in fuga dall’Egitto non ebbero il tempo di far lievitare il pane. La cottura della matzah può anche essere fatta su una pietra rovente come si faceva nell’antichità. Le acque con le quali viene impastata devono essere messe a riposare per una notte. Gli strumenti, come mattarelli e ciotole, devono essere assolutamente nuovi e asciutti per evitare ogni forma di lievitazione spontanea. La farina integrale viene poi setacciata per sette volte. Durante l’impasto, che dura 18 minuti, non si può aggiungere altra farina, ma solo altra acqua. Infatti quando la pasta viene tirata con il mattarello può capitare che rimanga attaccata alla superficie, tuttavia secondo la tradizione non si può usare la farina. La sfoglia viene poi bucherellata con un rullo oppure con i rebbi di una forchetta. Dopo la cottura si controlla che il pane non abbia dei rigonfiamenti dovuti alla lievitazione, in caso cotrario il pane viene scartato. E’ naturale che i significati simbolici siano estremamente marcati, a partire dal tempo preciso di 18 minuti. Tutto va fatto in fretta alla stesso modo in cui nella vita occorre agire al momento giusto altrimenti la situazione “lievita” e si corre il rischio di non riuscire più a fare ciò che era nei nostri obiettivi.

 

Ingredienti per 6 persone

400 gr di farina OO

50 gr di farina integrale

300 g di acqua

olio extravergine d’oliva

sale q.b.

 

Su una spianatoia setacciate le due farine con il sale, formate una fontana e aggiungete l’acqua non troppo fredda iniziando ad amalgamare il tutto fino a ottenere un impasto. Lavoratelo per circa venti minuti impastandolo più volte. Al termine, quando avrà assunto una consistenza elastica, formate un panetto e fate riposare per un’ora in un luogo asciutto, coperto con un canovaccio. Formate tante palline e stendetele con un mattarello o con l’apposita macchina e ricavate una sfoglia dello spessore di mezzo centimetro. Ritagliate dei rettangoli di pasta e metteteli in una teglia precedente rivestita con carta da forno. Spennellate con dell’olio e mettete in forno preriscaldato alla temperatura di 200° C per un tempo di 15-20 minuti. Controllate il pane e a metà cottura giratelo in modo tale da ottenere una cottura uniforme.

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: