Search

IL GAY COUNSELING UNA STRATEGIA PER STAR BENE CON SÉ STESSI

“Nella persona vi è una forza che ha una direzione fondamentale positiva. Più l’individuo è capito e accettato profondamente, più tende a lasciar cadere le false “facciate” con cui ha affrontato la vita e più si muove in una direzione positiva, di miglioramento”. Carl Rogers

 

L’essere umano è un mondo meraviglioso, fatto di infinite sfumature, un caleidoscopio che offre la possibilità  di  scoprire  cose  nuove  e  stimolanti.  Ho  sempre  ricercato  il  benessere  e  la serenità  interiore come punto di riferimento ed è per questo che ho dedicato gran parte della mia vita ai percorsi di crescita personale. Dopo anni di discipline olistiche, ho deciso di diventare un counselor ad  indirizzo  umanistico  integrato,  consapevole  del  fatto  che,  in  ognuno  di  noi,  ci  sono  quelle potenzialità che possono aiutarci a migliorare la qualità della nostra vita.
Lavorare  con  il  disagio  delle  persone,  vuol  dire  cercare  e  scoprire  quelle  risorse  che  sono insite nell’essere umano, che permettono di imparare a trovare nuovi modi per “stare” e nuove soluzioni per affrontare quello che la vita ci offre. Questa rubrica vi accompagnerà nel mondo del counseling, facendovi conoscere la storia, e il suo metodo “terapeutico”.
Dal latino consulo nel senso di “aver cura, venire in aiuto”, il counseling si propone di affrontare e risolvere problemi specifici, superare crisi, migliorare i rapporti con gli altri, accrescere la conoscenza, la consapevolezza di sé ed elaborare emozioni e conflitti interiori. L’obiettivo  globale  è  quello  di  offrire  alle  persone  l’opportunità  di  conoscere  sé  stessi  al  fine  di condurre una vita più soddisfacente e ricca di risorse, sia come individui che come membri della società. (E.A.C. Europeran Association for Counseling 1995). Da alcuni anni il counseling affronta le tematiche LGBTQI offrendo nuovi strumenti e strategie per stare bene con se stessi.

La difficoltà a riconoscere ed accettare il proprio orientamento sessuale, la paura di essere scoperti e dunque la tendenza a nascondersi, la paura del rifiuto da parte della famiglia e della società, il senso di colpa, la vergogna e la paura che non ci sarà mai un futuro adeguato e felice sono solo alcune delle tematiche che possono essere accolte durante un incontro di gay counseling.

Il counselor è un operatore della salute, che promuove il benessere della persona in un’ottica di prevenzione,  utile  ad  approfondire tematiche  esistenziali  affrontando momenti difficili della propria vita. Aiuta l’altro a scoprire e attingere alle potenzialità interiori per poterle utilizzare come strumento di crescita. È utile per l’autodeterminazione, per migliorare l’ascolto di sé, l’autostima, gestire lo stress ed il conflitto interiore.

Stefania Cartasegna Riceve nel suo centro Yoga Y Ayurveda in via Urbano Rattazzi ,47 Alessandria.

Per contatti e consulenza: aurastefy@yahoo.it –  cell. 3391295843

Stefania Cartasegna, Counselor ad indirizzo Umanistico integrato

Related posts

Lascia un tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: